Cieli di Parole

Rivista di scrittura, cinema, TV e tutto quanto fa cultura

31 maggio 2011

Toccalossi e il fascicolo del ‘44 – Roberto Centazzo

 

A cura di Giulia De Nichilo

clip_image002

Fratelli Frilli Editori

Basta una parola perché i ricordi si riversino nella nostra mente, e immagini, suoni, rumori e odori che pensavamo di aver ormai dimenticato vi si affollino al punto da sovrapporsi alla realtà: immagini in bianco e nero che scorrono sullo schermo insieme ai colori della quotidianità. Sono talmente forti e potenti che non riusciamo a pensare ad altro, mentre la vita continua a fluire, la gente intorno a noi parla e si muove. Noi, invece, siamo lì solo fisicamente, vorremmo rimanere imprigionati in quel limbo per il resto dei nostri giorni, ma non possiamo. La realtà ci chiama e, volenti o nolenti, siamo costretti a guardarla in faccia..

29 maggio 2011

Intervista a Stefano Fabei

(A cura di Mimma Zuffi)

clip_image002

I NERI E I ROSSI

di Stefano Fabei

Editore Mursia

Pagine 460 - € 22,00

INTERVISTA CON L’AUTORE

È uscito in questi giorni, edito da Mursia, I neri e i rossi. Tentativi di riconciliazione nella Repubblica di Mussolini. Si tratta dell’opera più voluminosa e forse più impegnativa dello storico umbro Stefano Fabei. Nato nel 1960 a Passignano sul Trasimeno, dove risiede, laureato in Lettere moderne, insegna all’Istituto di Istruzione Secondaria «Giordano Bruno» di Perugia e collabora ad alcune riviste di vario orientamento ma accomunate da un approccio scientifico alla storia.

Abbiamo chiesto a Fabei di rispondere ad alcune domande relative alla sua attività.

Prima di tutto, vorremmo chiedere qual è secondo lei è il compito della storia e dello storico.

Io ritengo che compito della storia debba essere quello di avvicinarsi quanto più possibile alla verità cercando di contribuire a far luce sui «fatti», su tutti i fatti anche su quelli che possono risultare sgraditi alle posizioni politiche di ciascuno. Lo storico non deve condannare o assolvere, stabilire chi abbia torto e chi ragione, deve prescindere da condizionamenti ideologici ed essere indipendente da schemi interpretativi preconfezionati, di qualunque tipo. Suo compito è sottoporre a revisione la storia: in fondo la storiografia non è nient’altro che una costante riscrittura della storia. Mai la storia dovrebbe essere concepita, come purtroppo spesso è accaduto in passato, come uno strumento di lotta politica.

28 maggio 2011

La moneta di Akragas–Andrea Camilleri

(a cura di Mimma Zuffi)

La moneta di Akragas

image

Ed. Skira, collana Art Stories

Pagine 136 - € 15,00

Andrea Camilleri, con il suo nuovo romanzo storico intitolato “La moneta di Akragas” (edizioni Skira), è già nella classifica dei libri più venduti.

Camilleri è uno degli scrittori italiani di maggior successo, tuttavia, sino a una quindicina di anni fa, era un settantenne non molto noto che aveva scritto alcuni romanzi storici, tra cui l’intrigante “Il birraio di Preston”.

Nel 1994 crea il commissario Montalbano. Non era sua intenzione scrivere più di un paio di romanzi con Montalbano protagonista, ma il secondo (“Il cane di terracotta”) fu accolto da critici e lettori con un tale successo da convincerlo a proseguire con le storie del commissario più noto d’Italia.

27 maggio 2011

Melanconia, vascelli pirata, sirene letali e un pupazzo di stoffa: i nuovi film in sala

 

Di Fabio Fox Gariani

 

Si è spento da poco l’eco e la bagarre, luminosa e frizzante della 64esima edizione del Festival di Cannes e già si punta alle nuove uscite in sala di questa stagione primaverile che marcia, a tutto vapore, verso l’estate, carica di novità. Per iniziare un assaggio, tanto per farvi venire l’acquolina in bocca, vi proponiamo tre film diversi, nello stile registico e nella struttura delle trame, presentati al Festival. Stiamo parlando di Melancholia, opera a cavallo tra il thriller e il fantastico catastrofico del danese Lars von Trier, interpretato da una biondissima Kirsten Dunst, neo-premiata al Festival come miglior attrice, di Pirati dei Carabi: oltre i confini del mare, in fuori concorso, quarto capitolo della saga delle avventure di capitan Jack Sparrow con due scoppiettanti protagonisti, Johnny Depp e Penélope Cruz diretti da Rob Marshall (vi invitiamo a vedere le anteprime dei gustosi trailer allegati in questo speciale dei videogames ispirati alla saga in uscita anche in Italia) e infine un “depresso” (per motivi di copione ovviamente, n.d.a.) Mel Gibson in Mr. Beaver diretto da Jodie Foster nonché coprotagonista.

Melancholia

Regia: Lars von Trier; Sceneggiatura: Lars von Trier; Produzione: Zentropa Entertainments; Distribuzione in Italia: BiM Distribuzione; Fotografia: Manuel Alberto Claro; Montaggio: Morten Højbjerg, Molly Marlene Stensgaard; SFX-Effetti Speciali: Dansk Speciel Effekt Service, Filmgate.

Interpreti e personaggi: Kirsten Dunst: Justine; Charlotte Gainsbourg: Claire; Kiefer Sutherland: John; Alexander Skarsgård: Michael; Charlotte Rampling: Gaby; John Hurt: Dexter; Stellan Skarsgård: Jack; Brady Corbet: Tim; Udo Kier: Wedding planner; Jesper Christensen: Little Father.

Festival di Cannes 2011: Premio Miglior Attrice: Kirsten Dunst.

Melancholia è un film del 2011 scritto e diretto da Lars von Trier, presentato in concorso al Festival di Cannes 2011.

 

26 maggio 2011

Copione 5a puntata Cieli di Parole in radio–I Remake

 

Puntuali come sempre, anche questa settimana vi proponiamo il copione-dialoghi dei testi della quinta puntata di CIELI DI PAROLE dedicata alle serie televisive andata in onda su RDN – RADIODEINAVIGLI. Buona lettura!

CIELI DI PAROLE è in onda su RADIODEINAVIGLI ogni domenica dalle 22.00 alle 22.30.

Prima replica il lunedì: 18.00-18.30

Seconda replica il giovedì: 10.00-10.30

 

banner puntata remake

Download 5 puntata.pdf

25 maggio 2011

Festival di Cannes, 64esima edizione 2011. Palma d’Oro a Terrence Malik con The Tree of Life. Italia senza premi.

 Di Fabio Fox Gariani, Cannes

I riflettori si sono spenti. Il red carpet arrotolato e riposto per la prossima edizione. Star e starlette si sono involate verso nuovi lidi, nuovi festival. La croisette, bella e assolta come sempre, osserva e ringrazia dello spettacolo.
clip_image002
Il poster ufficiale del Festival. Faye Dunaway “immagine” perfetta…

Eppure, sopra di noi, aleggiano note sparse pervase da una delusione agrodolce. Delusi? Si… Ritorno amaro per il cinema italiano a Cannes. Per noi di CIELI DI PAROLE, presenti a questa 64esima edizione del Festival di Cannes, tifavamo per il duo tricolore Moretti-Sorrentino con i loro due film. Niente da fare. Il 22 maggio scorso nella sfarzosa e elegante serata conclusiva del Festival tenutasi al Lumiere, la giuria, presieduta da un brillante e divertente Robert De Niro ha puntualmente annunciato i vincitori.

24 maggio 2011

Another Year

A cura di Francesca Altobelli

clip_image003

Semplice, naturale, ma anche profondo ed emozionante, l’ultimo film di Mike Leigh. Tom e Gerri, interpretati dagli ottimi Jim Broadbent e Ruth Sheen, sono una coppia affiatata, unita, quasi ideale (non a caso i loro nomi evocano quelli del gatto e del topo, coppia per antonomasia) che si ritrovano con la loro armonia e serenità a fare da contrappunto alle esistenze sole, depresse e spesso malridotte di amici e parenti. La loro intesa suscita invidia, rasenta la perfezione, malgrado non la ostentino e la vivano con naturalezza. Lui è un geologo e lei una psicoterapeuta. Condividono tutto il loro tempo libero, le passioni, gli interessi, la disponibilità nei confronti degli amici dell’una o dell’altro. Tanto sono risolti e appagati loro, quanto invece sono a tratti perfino disperati, ma comunque sempre malinconici, insoddisfatti e sconclusionati i loro amici.

23 maggio 2011

Owell Brown

A cura di Mimma Zuffi

Il Festival Panafricano del Cinema di Ougadougou (abbreviato in FES.PA.C.O.), è un festival cinematografico che si tiene ogni due anni a Ougadougou, in Burkina Faso. Il premio venne istituito nel 1969 ed è l’evento principale del cinema africano. La visibilità internazionale dell’evento ha permesso a molti giovani registi africani di farsi conoscere nel mondo.

clip_image002

E’ calato il sipario sulla 22a edizione del FESPACO, lo storico Festival Panafricano del Cinema e della Televisione di Ouagadougou, in Burkina Faso. Il palmarès ha regalato non poche sorprese:

20 maggio 2011

Le streghe sono tornate

 

A cura di Lea Miniutti

Le fantasie più nascoste hanno sempre alimentato l’immaginario collettivo.

Fabrizio Borgio, nella sua opera letteraria d’esordio, mescola realtà e finzione con un risultato che rende credibile questa storia.

clip_image002

Fabrizio Borgio

Masche

Fratelli Frilli Editori, pp. 155, euro 9,80

Il mondo delle streghe. Un territorio a me sconosciuto. Mi sono avvicinata a questo volume in punta di piedi, curiosa e con il timore di non riuscire ad arrivare fino in fondo. E invece è stato sorprendente e piacevole scorrere pagina dopo pagina, fino all’ultima riga.

I ricordi infantili sulle streghe hanno sollecitato la fantasia di Borgio che li ha trasformati in materia letteraria. L’autore usa i cinque sensi per raccontare questa storia. Perfetta la descrizione del paese che fa da sfondo alla narrazione e al contesto in cui si muovono i protagonisti della vicenda, così come diventa addirittura apprezzabile qualche sbavatura creata ad hoc per lasciare spazio all’immaginazione del lettore.

19 maggio 2011

Copione 4a puntata Cieli di Parole in radio–Walking dead e il mondo degli Zombie

 

Di nuovo pronti per la 4a puntata di Cieli di Parole su Radio dei Navigli, anche questa settimana vi proponiamo il copione-dialoghi dei testi della quarta puntata. Vi segnaliamo l’interessantissima intervista con uno dei fondatori del sito-blog www.ammorbo.com. A breve sarà possibile scaricare gli mp3 delle puntate.

Buona lettura!

CIELI DI PAROLE è in onda su RADIODEINAVIGLI ogni domenica dalle 22.00 alle 22.30.

Prima replica il lunedì: 18.00-18.30

Seconda replica il giovedì: 10.00-10.30

WDead

Download 4a puntata.pdf

17 maggio 2011

Il silenzio del ghiaccio–Tess Gerritsen

(a cura di Mimma Zuffi)

LA NUOVA AVVENTURA DI RIZZOLI & ISLES

ALLA VIGILIA DELL’ARRIVO DELLA SERIE TV IN ITALIA

TESS GERRITSEN

IL SILENZIO DEL GHIACCIO

clip_image002

Editore Longanesi - »La Gaja Scienza / I Maestri del Thriller« - 350 pagine, € 18.00

IN LIBRERIA 19 MAGGIO 2011

PRESENTAZIONE CON L’AUTRICE

MILANO, FELTRINELLI, PIAZZA PIEMONTE 2

19 MAGGIO 2011, ore 18.30

con ALESSIA GAZZOLA e LUCA CROVI

Perché tra le gelide e innevate montagne del Woyming c’è un villaggio abbandonato all’improvviso, i cui abitanti sembrano letteralmente spariti nel nulla? Su uno sfondo innevato si stagliano dodici case identiche e ugualmente sinistre. Qui risiedeva una setta religiosa, guidata da un personaggio carismatico, che risponde la nome di Jeremiah Goode. Quando le porte delle abitazioni vengono aperte, uno spettacolo desolante si apre davanti agli occhi: camini accesi, tavole ancora apparecchiate e nessuno dei vecchi abitanti a custodire la propria casa. Eppure si distinguono sulla neve orme di un passaggio recente... I cellulari non prendono, l’auto della dottoressa Maura Isles è finita in una scarpata e per l’anatomopatologa è l’inizio di un incubo, nel corso del quale scoprirà che i segreti hanno un prezzo, la vita. Ed è l’inizio della caccia per la sua amica Jane Rizzoli, detective della polizia di Boston. Per salvare l’amica forse è troppo tardi, ma Jane vuole comunque vederci chiaro, nonostante l’opposizione dello sceriffo locale…

16 maggio 2011

Bacci Pagano - investigatore da carrugi

 

di Paola Carbellano

Creato dalla penna di Bruno Morchio, Giovan Battista Pagano detto Bacci è nato a Genova dove vive facendo l’investigatore privato.

Figlio di un operaio genoano e comunista, ha un passato singolare: dopo aver creduto nella rivoluzione ed essere stato accusato di essere un terrorista rosso senza esserlo mai stato, per uno scherzo del destino, ha trascorso cinque dei suoi migliori anni in galera. Lasciato dalla moglie, da dieci anni non vede più l’unica figlia nata dal suo matrimonio.

Dopo queste delusioni politiche e sentimentali, è rimasto, come lui stesso si definisce, come un cane rognoso, dal pallore verdastro e la magrezza accentuata dai troppi pasti saltati. Spesso di malumore, si consola bevendo, ascoltando Mozart e frequentando donne.

16806175

14 maggio 2011

Bacci Pagano cerca giustizia (Nuove indagini per l’investigatore dei carruggi) - Bruno Morchio

A cura di Francesca Altobelli

clip_image002

È appassionante, profonda e mai banale l’ultima raccolta di racconti dedicati alla figura dell’investigatore privato Bacci Pagano; burbero tanto quanto schietto, è costantemente ispirato da una connaturata onestà e un idealistico senso della giustizia. Nel primo e più corposo racconto dal titolo “Un ibrido d’uomo” che apre la raccolta, cogliamo immediatamente il riferimento ad una protagonista indiscussa della storia: la città di Genova con la sua costante, ma discreta presenza. Sono così frequenti i cenni ai luoghi, alle strade, alle atmosfere del capoluogo ligure che anche se non ci si è mai stati si ha l’impressione che quel porto, quel mare, quei carruggi siano familiari. Non altrettanto immediata è invece l’entrata in scena di Bacci Pagano: le prime pagine sono infatti dedicate alla descrizione del ritorno a casa di un uomo di colore, Mario Canepa, le cui vicende familari saranno l’oggetto dell’indagine. Approfondite, acute, efficacemente argomentate sono le riflessioni fatte sullo stato d’animo del Canepa: la paura mista alla gioia del ritorno, la fragilità unita alla forte determinazione a risolvere il dilemma che lo attanaglia, l’apparente contraddizione di sentimenti che lo accomuna a molti di noi.

13 maggio 2011

Al via il Festival di Cannes 2011: parata di stelle e novità per il grande cinema

Di Fabio Fox Gariani, Cannes


cannes_ok

Una 64esima edizione scintillante quella del Festival di Cannes 2011, splendente e ricca di novità per il cinema internazionale, colma di ospiti e star da tutto il mondo. Una croisette meravigliosa, scoppiettante come sempre e non solo per il sole che batte tra le palme e su belle ragazze a passeggio lungo il mare.

clip_image002
Il logo ufficiale della 64esima edizione del Festival di Cannes 11-22 giugno 2011.

La kermesse cinematografica, iniziata l’11 maggio scorso non deluderà le attese. L’edizione di quest’anno è tinta di rosa, pennellate forti e decise, caratterizzata da una nutrita presenza femminile, a partire dal vibrante discorso di apertura fatto dalla madrina Melanie Laurent che in molti ricorderanno nel ruolo del personaggio di Shoshanna inBastardi senza gloria del geniaccio Quentin Tarantino.

11 maggio 2011

Copione 3a puntata Cieli di Parole in radio–Le Serie TV

 

Puntuali come sempre, anche questa settimana vi proponiamo il copione-dialoghi dei testi della terza puntata di CIELI DI PAROLE dedicata alle serie televisive andata in onda su RDN – RADIODEINAVIGLI. Buona lettura!

CIELI DI PAROLE è in onda su RADIODEINAVIGLI ogni domenica dalle 22.00 alle 22.30.

Prima replica il lunedì: 18.00-18.30

Seconda replica il giovedì: 10.00-10.30

 

Banner5

Download 3 puntata.pdf

Chi ha paura del lupo cattivo? Cappuccetto rosso sangue sbarca in Italia

 

Di Fabio Fox Gariani

Red Riding Hood… il titolo promette bene. Gocce di sangue dense come la passione, intense come un amore impossibile. Cattivi e buoni. Una dicotomia inscindibile che unisce narrativa e cinema. Di più: una bella fanciulla bionda e il mito rivisitato del “lupo cattivo”, la tentazione, la luce e l’innocenza in lotta con tenebre e corruzione. Elementi potenti quelli messi in gioco davanti alla macchina da presa della regista Catherine Hardwicke, non nuova alle “passioni dark” (ricordiamo la trilogia vampiresca di Twilight, n.d.a.).

Cappuccetto

Regia: Catherine Hardwicke; Soggetto: adattamento dall’omonima fiaba dei fratelli Grimm; Sceneggiatura: David Johnson; Produttori: Leonardo DiCaprio, Michael Ireland, Jennifer Davisson Killoran, Alex Mace, Julie Yorn; Case di produzione: Appian Way e Warner Bros; Fotografia: Mandy Walker; Scenografia: Thomas E. Sanders; Make-Up: Sharon Markell, Julie McHaffie, Bill Terezakis.

Interpreti e personaggi: Amanda Seyfried: Valerie; Gary Oldman: Padre Solomon; Billy Burke: Cesaire; Shiloh Fernandez: Peter; Max Irons: Henry; Virginia Madsen: Suzette; Lukas Haas: Padre Auguste, Julie Christie: la Nonna.

Cappuccetto rosso sangue (Red Riding Hood) da poco nelle sale italiane è l’ultima fatica del 2011 diretto da Catherine Hardwicke liberamente ispirato alla famosissima fiaba di Cappuccetto rosso che tutti noi, almeno una volta nella nostra vita, abbiamo ascoltato o letto in forme diverse. Un capolavoro, quello narrativo, che non poteva certamente attrarre l’attenzione di una regista come la Hardwicke.

10 maggio 2011

MEDEA - Pamela Villoresi, un’attrice intensa e appassionata

 

di Sandra Romanelli

MEDEA Pamela Villoresi n[1]. 4 ok

Medea arriva a Milano, al Teatro Carcano dal 4 al 15 maggio 2011. Il pubblico milanese l’ha accolta ottimamente. Infatti le prenotazioni al botteghino dimostrano che già dal primo giorno e per le repliche successive il teatro è quasi tutto esaurito. L’interprete è Pamela Villoresi un’ attrice dall’innato talento. Abbiamo voluto intervistarla.

Come se lo spiega questo successo di pubblico?

-La gente ha voglia, in questo mondo tecnologico e virtuale di vedere uomini che parlano ad altri uomini, che raccontano loro delle storie. Lo spettacolo dal vivo è impagabile, insuperabile.

-Lei è nata a Prato da padre italiano e madre tedesca. L’arte teatrale è fantasia e disciplina. Il suo carattere e le sue scelte sono state influenzate da queste due culture?

_Mio padre è di Prato e la cultura assorbita da lui è quella di una terra di grandi lavoratori, di gente che si costruisce con le proprie mani. Questa cultura, unita all’educazione tedesca di autodeterminazione impartita da mia madre, ha fatto sì che nonostante io me ne sia andata da casa a quindici anni diventassi una tutrice molto severa di me stessa. Ho imparato cinque lingue da sola, mi sono pagata le lezioni di canto e di mimo e ancora oggi, poiché voglio che lo strumento Pamela, sia per me e per l’arte che voglio interpretare, culturalmente e fisicamente al massimo delle sue possibilità, faccio un’ora di ginnastica al giorno; inoltre sto imparando l’arabo e m’industrio a creare occasioni di scambi culturali, come “Il festival della spiritualità”. Non sto passivamente ad aspettare le proposte. La tutrice non è ancora andata in pensione.

09 maggio 2011

STARSKY & HUTCH

 

di Marilou Ceria

 

clip_image001

clip_image002

Starsky & Hutch, fortunatissima serie TV degli anni settanta, prodotta da Joseph T. Naar, Aaron Spelling e Leonard Goldberg, nacque da un’idea di William Blinn e

fu trasmessa negli Stati Uniti dalla rete ABC – dall’aprile 1975 al maggio 1979 –;

con l’episodio pilot d’esordio, della durata di 90 minuti, si aprì la prima di quattro stagioni, mediamente composte da 23 episodi ciascuna ,complessivamente 92, ognuno di 48 minuti.

In Italia, “Domenica violenta”, episodio d’apertura della prima stagione, – non essendo mai stato doppiato il pilot – andò in onda su Rai2 il 15 marzo 1979 con appuntamento settimanale il giovedì, divenendo, ben presto, serie cult che appassionò il pubblico nostrano di ogni età; il successivo passaggio su Mediaset e ulteriori repliche trasmesse da Rai 3 (2004) in alternanza con Mediaset – su Italia1 (2008) e Rete 4 (2010) – ne hanno definitivamente consacrato il successo, collocando la serie nel Gotha delle più seguite ed amate di tutti i tempi.

08 maggio 2011

Biutiful

A cura di Francesca Altobelli

clip_image002Uxbal drammatico e intenso

L’ultimo lavoro di Inarritu è molto diverso dai precedenti che lo hanno reso celebre, come Babel e 21 Grammi; nessun tortuoso incastro di storie apparentemente scorrelate, nessuna sovrapposizione tra passato, presente e futuro a formare un unico tessuto narrativo, ma una sceneggiatura quasi tradizionale in cui a dominare sono le emozioni nelle più variegate sfaccettature. Il titolo dice già tutto con quell’errore manifesto a rovinare la pseudo perfezione della bellezza esibita sempre più spesso. Tutto il film ha un unico straordinario protagonista: Uxbal (interpretato dal superlativo Javier Bardem), un uomo fondamentalmente buono che vive di espedienti per riuscire a sfamare i propri figli e che, saputo di essere in fin di vita, si barcamena fino all’ultimo per lasciare un minimo di sicurezza economica dopo di sé. La maggior parte delle scene vede il suo volto espressivo, sofferto, brutto, ma anche incredibilmente affascinante, in primo piano a trasmetterci un senso di inquietudine e di squallore difficile da scrollarsi di dosso. L’atmosfera è cupa, a tratti angosciante.

05 maggio 2011

CIELI DI PAROLE e RDN – RADIODEINAVIGLI: il backstage

 

Di Fabio Fox Gariani

clip_image002

I nostri lettori e visitatori più affezionati l’avranno già notato e “ascoltato”. Dal 24 aprile scorso, data ufficiale dello startup, con cadenza settimanale, ogni domenica sera (dalle 22.00 alle 22.30) e nelle due repliche del lunedì pomeriggio (18.00-18.30) e il giovedì mattina (10.00-10.30), la redazione di CIELI DI PAROLE in collaborazione con lo staff della giovane e dinamica RDN –RADIODEINAVIGLI cura l’omonimo format radiofonico che trae il titolo dalla nostra rivista – www.radiodeinavigli.com.

Al mio fianco nel processo di scrittura dei testi di ogni puntata (il classico “copione dialoghi” tanto per intenderci) che nella conduzione in voce, puntuali come sempre Sabrina Lento e Luca Romani accompagnati alla regia dagli infaticabili Spiro e Patrizio, veri e propri “associates producers” del nostro format.

04 maggio 2011

Prefazione alla rubrica di cucina

 

di Sabrina Lento

clip_image002

Leggere è il cibo per la mente, ma perché non soddisfare anche il palato?

Questa rubrica nasce proprio per soddisfare tutti quei lettori che, come me, hanno avuto almeno una volta l'acquolina in bocca leggendo un “buon” libro o guardando un “buon” film.

Chi non si è istintivamente leccato le labbra vedendo la ciotola di cioccolata fusa mescolata con abile gesto, quasi fosse una danza, da Vianne nel fim Chocolat?

Chi non si è sentito sazio dopo la lettura del ricco pranzo nel libro Il pranzo di Babette?

02 maggio 2011

1°Concorso “Cieli di Parole”

 
Al via il 1° concorso letterario di Cieli di Parole a tema libero. Da lunedì 2 maggio fino a domenica 31 luglio i partecipanti potranno inviare alla nostra redazione i propri racconti della lunghezza massima di 5 cartelle.
Unica condizione sarà quella che il racconto continui uno dei cinque incipit dati dalla redazione e riportati nel bando.
I tre migliori racconti, a giudizio insindacabile della redazione, verranno premiati con la pubblicazione sulla rivista e un omaggio in libri.
La giuria renderà noti i risultati entro il mese di ottobre e i nomi dei finalisti verranno pubblicati sul sito web della rivista. Gli interessati riceveranno comunicazione diretta a mezzo e-mail.
TITOLO DEL CONCORSO  “Cieli di Parole”
Si potrà partecipare al concorso inviando i racconti brevi all’indirizzo e-mail:
redazione@cielidiparole.com
specificando nell’oggetto il titolo del concorso: “Cieli di Parole”

01 maggio 2011

World Invasion

Di Fabio Fox Gariani

 
Se li incontrate, evitateli. Se li avvistate sbarcare da un UFO avvertite subito i militari o i servizi di Intelligence. Non c’è tempo da perdere! Sono spietati e feroci come non mai. Veloci e imprendibili. Assetati delle risorse del nostro pianeta. Nulla sembra fermarli, nulla sembra scoraggiali. Sono loro, i nuovi alieni scesi dalle astronavi del nuovo film di fantascienza World Invasion, da poco nelle sale italiane, diretto con mano sicura dal regista Jonathan Liebesman e sceneggiato da Chris Bertolini. Nel cast artistico un dinamico e agile Aaron Eckhart e un’altrettanto “tosta” e sempre più affascinante Michelle Rodriguez nei panni di due marines pronti a tutto.