Cieli di Parole

Rivista di scrittura, cinema, TV e tutto quanto fa cultura

30 novembre 2010

Dr. House - Medical Division 1/3

A cura di Fabio Fox Gariani

“Tutti mentono!”

Gregory House, dall’episodio Un prova per non morire





Il Plot della serie

Dr. House - Medical Division (House, M.D.), che certamente non ha bisogno di presentazioni, è una serie televisiva statunitense ideata dagli sceneggiatori David Shore e Paul Attanasio e trasmessa da Fox a partire dal 2004; l'emittente televisiva ha ufficialmente accreditato Shore come creatore del serial TV. Il format è incentrato attorno al ruolo del dottor Gregory House, un medico poco convenzionale, eclettico e cinico, dotato di grande capacità ed esperienza a capo di una squadra di medicina diagnostica presso il fittizio ospedale universitario Princeton-Plainsboro Teaching Hospital, nel New Jersey. La serie trae ispirazione dai gialli del celebre e indimenticato Sherlock Holmes: scritto da Conan Doyle: in ogni episodio ha luogo un “giallo clinico” diverso che il protagonista, il Dr. House, attraverso la proprie capacità mediche e deduttive, deve risolvere basandosi su vari indizi, spesso poco evidenti e contradditori tra loro. Al termine di ogni episodio riesce quasi sempre a risolvere il puzzle medico salvando il paziente. I misteri medici che stanno alla base di ogni plot narrativo degli episodi sono ispirati da una rubrica del New York Times dedicata ai casi clinici particolarmente problematici. 

29 novembre 2010

Di viole e d'ombre

Di Marilou Ceria

Scarica Di viole e d'ombre.pdf

Nasciamo, per così dire, provvisoriamente, da qualche parte; 
soltanto a poco a poco andiamo componendo 
in noi il luogo della nostra origine, 
per nascervi dopo, e ogni giorno più definitivamente.

        Rainer Maria Rilke, Lettere milanesi.


Milano, dicembre 1969

La notte di guardia al Policlinico era stata piuttosto impegnativa e Daniele Waldmann non vedeva l’ora di tornare a casa per concedersi qualche ora di meritato riposo.
”Chissà se troverò qualcuno già sveglio,” si domandò guidando nei vapori di nebbia che tenevano la città sospesa come in un limbo, in attesa che i primi raggi del tiepido sole dicembrino riuscissero a stracciare quei filamenti bianchi che, avanzando man mano con il suo Maggiolino, si poggiavano leggeri sul parabrezza come lunghe dita guantate pronte ad afferrarlo maligne.

Non c'è niente di più bello dei bambini

di Luca Romani


“Dove sarà finito quel bastardo?” pensò Jane tamburellando nervosamente, sulla scocca metallica del proprio Mac, le note di ‘In the End’ dei Linkin Park.
La stanza era illuminata dalla sola luce del monitor e Jane, in trepida attesa di una telefonata che non arrivava mai, continuava a lavorare al nuovo caso che le era stato appena affidato. Riguardando le foto scattate dal medico legale dopo l’autopsia, fu pervasa da una strana sensazione, suscitata dall’intreccio casuale del profumo, intenso, fruttato, del bicchiere di Arneis che stava sorseggiando e dalla foto del corpo privato dei suoi attributi maschili.

Bruxa

Di Fabio Fox Gariani


Scarica Bruxa.pdf

Milano, Istituto di Medicina Legale. Tempo presente…

Fissò il corpo senza vita della donna. Lasciò correre lo sguardo lungo le linee mutilate di quello che rimaneva della povera vittima. L’ambiente, ampio, ed arieggiato da un sistema di ricambio automatico dell’aria, puzzava di morte e dolore misto ad un pungente odore di disinfettante ospedaliero, acre, che rivaleggiava spavaldo con l’olezzo diffuso intorno a loro. 

24 novembre 2010

FRINGE: il nuovo lato misterioso della TV - 2/2

Retrospettiva sui personaggi principali: le schede 

Olivia Dunhan


Olivia Dunham è uno dei principali dei plot della serie televisiva FRINGE creata da J.J. Abrams, Roberto Orci e Alex Kurtzman. L’agente speciale Dunham è interpretata dall'attrice Anna Torv. La rivista TIME l'ha descritta come "una figura fantastica, metà-Mulder, metà-Scully" e come "un'eroina nerd della tempra di Mulder e Scully del serial cult X-FILES".

Prima stagione 

Olivia Dunham è una giovane agente dell'FBI con sede a Boston, in Massachussets. Si occupa di terrorismo e di criminalità organizzata insieme all'amico e collega Charlie Francis e all'agente supervisore John Scott con il quale ha intrecciato segretamente una relazione amorosa.

Il lato sexy degli alieni



Intervista a Morena Baccarin, protagonista della nuova serie televisiva “V”
Di Fabio Fox Gariani

Non è sbarcata da un UFO e nemmeno l’abbiamo incontrata sotto mentite spoglie umane infiltratasi tra noi terrestri. Semplicemente ci siamo conosciuti durante la sua visita in Italia, a Milano, durante l’ottava edizione dello scoppiettante Telefilm Festival tenutosi dal 7 al 9 maggio 2010 presso l’Apollo SpazioCinema di Milano. Di chi stiamo parlando? Di Morena Baccarin, la bella e brava attrice protagonista calatasi nei panni dell’algida Anna, comandante della flotta degli alieni nella nuova serie di fantascienza “V”, remake dei celeberrimi Visitors degli anni ’80, temibili rettiloidi invasori della Terra. Per saperne di più, conoscere i retroscena e scoprire gli aspetti del personaggio dai lei interpretato ci siamo intrattenuti con la conturbante Morena.

21 novembre 2010

Prefazione dell'Antologia "Cieli di Parole Vol.1"

Di Fabio Fox Gariani
Un duro lavoro…

La scrittura è un lavoro. Sublime e terribile, angelico e demoniaco. Una “deliziosa tortura” la definì Henry Miller. 
Si, un duro lavoro quello dello scrittore.
Ogni opera di narrativa, dal vagito della novella al grido di gioia del racconto, dal respiro ampio e maestoso del romanzo alla maratona estenuante di una sceneggiatura cinematografica, tutti, indistintamente sono processi di scrittura: un coacervo, una miscela esplosiva di fatica, sudore, sangue, dolore, gioia e soddisfazione.

FRINGE: il nuovo lato misterioso della TV - 1/2

A cura di Fabio Fox Gariani

“Com'è che quando succede qualcosa di cui nessuno sa niente e che non ha alcun senso, vengono sempre da noi? “

Peter Bishop, nell’episodio Prova di abilità



FRINGE è una nuova serie televisiva statunitense che ha debuttato negli Stati Uniti il 9 settembre 2008 sul network FOX, ideata da quel vulcano creativo J.J. Abrams, già ideatore di Alias e Lost assieme ad Alex Kurtzman e Roberto Orci, sceneggiatori del film Transformers. La serie segue le avventure del team della "Divisione Fringe" dell'FBI che ha sede a Boston, in Massachusetts, sotto la supervisione della Sicurezza Nazionale americana. La squadra utilizza i poco ortodossi metodi della "scienza di confine", ovvero la Fringe Science unita alle tecniche investigative del Bureau per indagare sulle dinamiche dello "Schema", una serie di inspiegabili e orribili eventi innaturali che si stanno verificando in tutto il mondo, guidati da una non ben specifica forza “esterna”. FRINGE, in ambiti diversi è stato descritto come un incrocio tra le serie televisive X-Files, Ai confini della realtà e Dark Angel, e il film Stati di allucinazione.

17 novembre 2010

SerialMania, la fiction formato libro

Di Fabio Fox Gariani

Nella cornice giovane e dinamica dell’ottava edizione del Telefilm Festival che si è tenuta a Milano dal 7 al 9 maggio 2010, presso l’Apollo Spazio Cinema nel cuore del capoluogo lombardo, tra ospiti internazionali delle serie televisive del momento, conferenze stampa, dibattiti e anteprime di nuove stagioni, spiccava tra i presenti al festival la presenza di RTI Mediaset con i suoi prodotti editoriali. L’ultima fatica sono quattro volumi della nuova collana SERIALMANIA riccamente illustrati. Per saperne di più abbiamo parlato con Chiara Longhi, Licensing, Merchandising e Prodotti Editoriali di  RTI Mediaset.